Le poltrone

Questa splendida coppia di poltrone di area romana  e’ collocabile  in  epoca 1750 /1760 .
Le poltrone con gambe ricurve e braccioli a volute , si presentano di pregevole fattura , innanzitutto per la costruzione interamente in legno di noce , legno duro che veniva usato per gli arredi piu’ importanti , in quanto  per la sua “ durezza” consentiva agli intagliatori di raggiungere maggiori raffinatezze rispetto ad altri legni.
La struttura  e’ poi  interamente dorata ad oro zecchino lucido e velato , tecnica che consentiva un particolare gioco di lucentezze ed opacita’ sugli arredi antichi  dorati.
La doratura si presenta in ottimo stato di conservazione , con lievi consunzioni sulle parti piu’ esposte come i braccioli.
E’ infine laccata color ocra antico la parte posteriore  delle poltrone ,tipica finitura sugli arredi del sec XVIII.
Il rivestimento delle sedute e dello schienale e’ di un pregiato tessuto  “damasco “ a sfondo rosso.
Questa coppia di poltrone e’ particolarmente prestigiosa.

La consolle

La consolle è finemente intagliata sia nelle gambe, sia nella parte del sottopiano, con motivi ed ornati floreali - vegetali, si presenta in ottimostato di conservazione sia per quanto riguarda la parte strutturale, sia per quanto riguardo la doratura perfettamente coeva, e ben conservata, il che fa pensare abbia trascorso gli anni in una nobile dimora.
Il piano della consolle, anch'esso antico e coevo, è costruito secondo la tradizione dell'epoca su base di pietra serena, e successivamente lastronato in "Broccatello di Siena".
Il Broccatello quindi una volta estratto, veniva "Affettato" e posizionato sulla base della pietra serena, Placcandola con lo stesso.

Specchiera veneta in legno intagliato e dorato periodo Luigi XV

La specchiera in legno di cirmolo  si presenta in ottimo stato di conservazione , con una cimasa sovrastante di pregevole fattura , con intagliata la tipica ‘ pagoda ‘ veneta che sorregge due figure femminili stilizzate.
La cornice contenente lo specchio mostra il caratteristico motivo veneto / veneziano con intagli floreali negli angoli e nei centri , cartelle liscie sagomate , ed una bulinatura a pallini sullo sfondo.
Lo specchio interno e’ coevo .

Tavolo da Centro periodo Luigi XVI

Di pregevole fattura, di manifattura probabilmente zona lombardo/ emiliano , finemente lastronato in legno di noce, con marchetteria / intarsi a filetti; rosoni, e motivi vegetali negli angoli e nei centri delle fiancate laterali.
I rosoni e le decorazioni sono intarsiati in legno di acero, mentre la filettatura che riquadra il piano, i fianchi e la cassetta, e’ intarsiata in ebano rosa, racchiusa da un filetto in legno di bosso.
Il tavolo che si presenta in un buono stato di conservazione, e’ supportato da quattro belle gambe in legno di noce, finemente  scannellate, lavorazione tipica del periodo luigi XVI.
La finitura del legno, e’ la tipica verniciatura ‘ a spirito’ a base di gommalacca.

Esposizione permanente